Telefono Azzurro, l’associazione giunta all’importante traguardo dei 30 anni di attività e che dal 1987 difende i diritti dell’infanzia
07/11/2017 – 20:42 | No Comment

Servizio civile nazionale 2017 telefono azzurro: il bando scade il 20 novembre. Iscrizioni aperte a Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino L’associazione da 30 anni attenta al rispetto dei diritti dei bambini e degli adolescenti, seleziona volontari per il progetto “Dico no al Bullismo”.

Read the full story »
Culture-Cultura

Migration-Migrazione

Youth-Giovani

Women-Donne

Turismo a Sao Nicolau

Per chi volesse girare con curiosità l’isola, preferibilmente a piedi, è indispensabile una buona carta geografica

Home » Featured - In primo piano

Progetto “Cafe’ Brava”

Submitted by on 22/02/2013 – 22:04No Comment
Progetto “Cafe’ Brava”

Il luogo, uno spazio multifunzionale, si trova nell’isola di S. Nicolau, proprio nel giardino principale e più bello della città di Ribeira Brava. Questo spazio a tutt’oggi vede le attività: degustazione di cibi e bevande tipiche dell’isola, informazioni turistiche per turismo equo e solidale, promozione di artigianato locale, internet gratuito soprattutto per studenti, proiezione di documentari e film in lingua originale, organizzazione di eventi culturali, animazione settimanale per bambini, e promozione di attività varie di solidarietà sociale.

Ma ciò che più caratterizza questo spazio è la realizzazione di corsi di formazione.

“Café Brava” è un progetto concepito e programmato per essere gestito interamente da donne single con figli a carico.

Grazie al finanziamento della Regione Piemonte e di Radio Gold, nel mese di gennaio 2012 sono state realizzate tre formazioni: gestione d’impresa, comunicazione e rapporti con il pubblico, creazione di eventi. Inoltre si è tenuto un seminario sul turismo nell’isola che ha visto la partecipazione di 62 partecipanti e alla fine del quale sono state create due imprese costituite per la maggioranza da donne.

Nei prossimi mesi di giugno e luglio si realizzeranno altri quattro corsi di formazioni: enogastronomia, secondo livello della gestione d’impresa, corso sul microcredito, corso di inglese e francese.

A “Café Brava”, in questo periodo di bassa stagione, sono impiegate quattro donne ed un uomo (guardia notturna). Nel periodo di alta stagione il numero sale a 8/10 impiegate.

Il progetto “Café Brava” ha realizzato la sua prima fase grazie al finanziamento dell’OIM (Organizzazione Internazionale per le Migrazioni), Regione Piemonti, ICS, e concluderà la seconda fase nel prossimo mese di ottobre 2012, con il sostegno finanziario da Roma Capitale.

Maria de Lourdes Jesus, direttrice del progetto – Tabanka onlus – Maggio 2012

Comments are closed.